9.Litigata

Rating:  Verde Genere: Romantico Stato storia : in corso Personaggi : Kyle Clark; Gijsbert Hill; Chadye Parker; Adriane...

mercoledì 14 giugno 2017

6.Festa di Beneficenza




Rating: Verde
Genere: Romantico
Stato storia : in corso
Personaggi : Gijsbert Hill; Chadye Parker; Kyle Clark; Dorette Hill; Alfred Hill; Dafne Clark; Phil Clark; Artur Parker; Caterina Parker; Alexia Clark; Peter Parker
1348 Parole


-----------------------------------------------


Ore 20.00 casa Parker




- Alexia le spalle, stai dritta... 
La bambina per tutta risposta drizzò le spalle e guardò fiera la donna che si stava avvicinando...
- Dafne, Phil .... finalmente, credevo che non sareste più venuti
- Scusa il ritardo Caterina, ma mia figlia era indecisa sul vestito da mettersi
- Ma non è vero ?!!!
 Rispose contrariata Alexia
- Tu hai fatto tardi perchè dovevi convincere Kyle a venire alla festa...




Dafne lanciò uno sguardo di ammonimento alla figlia... e
Caterina da buona padrona di casa, capendo la situazione, intervenne prontamente...
- Dorette e Alfred sono in salotto insieme ad Arthur, venite...
- I ragazzi ???
- Sono di sopra che si vestono... tra poco scendono
- Gli ospiti sono arrivati ??
- Quasi tutti, manca il vice di mio marito... come sempre, lui, non è mai puntuale

Dieci minuti dopo





- Abbiamo comprato la casa a Lucky Palms per andarci l'estate al mare e l'inverno per scappare dal gelo di Sunset Valley
- Noi ci abbiamo pensato tante di quelle volte, vero Alfred ??
Alfred Hill annuì, facendo un sorriso tirato verso la moglie
- Poi abbiamo sempre rinunciato, sono più che certa che butteremmo via i soldi, perchè non la useremmo mai, Ewina è all'estero per studio, Gijsbert ha la scuola, le sue amicizie, figuriamoci se le lascia per venire a Lucky Palms per passare le vacanze con noi e Alfred, lui poi, è sempre così impegnato con il lavoro
- A proposito
Si intromise Arthur Parker
- Ho sentito dell'inaugurazione del tuo nuovo Residence Maree Splendenti 
- Era un progetto di mio padre... la burocrazia aveva impedito che potesse essere portato a termine quando lui era in vita, l'egemonia sul territorio ce l'aveva il cognato del sindaco, adesso che il sindaco è morto, suo cognato non ha più potere, pertanto possiamo portarlo a termine
Intanto dall'altra parte della sala



Quando i tre ragazzi scesero la festa era iniziata da mezz'ora e gli ospiti erano tutti arrivati




- Iniziamo questa falsa
- Hey Kyle, non ti ho ancora ringraziato per avermi salvata da tua madre
- Saprai come ripagarmi...
- Ma guardateli



Gli occhi di Gijsbert saettarono verso i suoi genitori
- A vederli sembrano la coppia perfetta... che si amano alla follia, non si direbbe invece che si odiano alla follia
- Non riesco a capire il motivo per cui i tuoi non si lascino ??
- Semplice, hanno un accordo, lui può frequentare la sua amante senza intervenni da parte di mia madre e lei può prosciugarli il conto in banca a suo piacimento...e in più, per evitare scandali e non rovinare il buon nome degli Hill, durante le feste e le rappresentazioni, si presentano insieme e si comportano come se tutto andasse alla perfezione... sono solo bigotti ed ottusi....sono realmente convinti che la gente non sappia e non parli




- Ecco Kyle...
Dafne raggiante si voltò verso il marito... fino a quel momento non ci aveva sperato di vedere il figlio a quella festa, non dopo la loro ultima discussione 
- Oh !!! Tesoro...puoi venire qui un attimo ??
Dafne ne approfittò subito, non avrebbe sprecato certo l'opportunità di presentare il figlio alla sua amica era così raro vedere Kyle alle feste da lei organizzate
Kyle sbuffando salutò i suoi due migliori amici e raggiunse sua madre e suo padre



- Karen, ti presento mio figlio Kyle, Kyle lei è la signora Bishop, la moglie di Barney, ti ricordi, fu lui a comprarti il tuo primo cavallo. quanto anni avevi..!!! sei anni ??
- No mamma ne avevo quattro... e appena lo montai, si imbizzarrì e caddi rompendomi un braccio....
Le guance di Dafne si tinsero di rosso, indignata, guardò in malo modo suo figlio... non poteva fare così... non poteva umiliarla davanti alle sue amiche...
- Kyle...



Lo riprese la madre sconcertata
Con finto rammarico il ragazzo guardò la donna davanti a se
- Oh mi scusi il fraintendimento... non volevo dire che su marito sia stato responsabile della caduta... volevo solo...
Ma la risata di Susanna Bishop lasciò spiazzati sia Kyle che la madre...
- Ho capito Kyle tranquillo...
Il ragazzo portò lo sguardo dalla donna alla madre, forse si era perso qualcosa...non riusciva a comprendere cosa diavolo avesse capito quella donna 
Di Susanna Bishop si poteva dire molte cose, ma non che non fosse perspicace, fin da subito aveva percepito la tensione che c'era tra madre e figlio
- Dove studi ??
Se quella domanda lasciò spiazzato Kyle non lo diede a vedere
- Sono a l'ultimo anno di liceo
- E i tuoi progetti finito il liceo ???
Dafne chiuse gli occhi e sperò con tutta se stessa che suo figlio non menzionasse la sua passione per la musica
- Non lo so ancora
- Molto sensato da parte tua, io trovo, che scegliere il proprio futuro a diciassette anni non solo sia assurdo, ma anche insensato... cosa vuoi che ne sappia un ragazzo della tua età su come vuole affrontare il proprio futuro...






Poco più in la Gijsbert e Chadye si erano avvicinati alle rispettive madri...
- Gijsbert il cravattino mettilo a posto...
Questo fu il saluto poco amorevole di Dorette Hill al figlio
- Mamma è a posto
Sbuffò esasperato il ragazzo
- Se lo fosse non te lo direi... non trovi ?? e togli quel pelucco dal pantalone... ma la cameriera non te li ha spazzolati prima di indossarli...???
Gijsbert sospirò profondamente, spostando lo sguardo verso la sua migliore amica in cerca di aiuto...




Chadye capendolo al volo cercò di toglierlo da quell'impiccio 
- Hey Gijs, che ne dici se mi concedi questo ballo
- Mi hai tolto le parole di bocca ... andiamo
Chadye si voltò verso la madre del suo migliore amico, mentre Gijsbert la trascinava verso il centro della stanza
- Dorette scusa, te lo rubo solo qualche minuto...
- Fate pure ragazzi
La donna guardò i due con occhi sognanti, tanto che sul volto di suo marito comparve una smorfia disgustata, sapeva quanto sua moglie sognasse da sempre un unione tra suo figlio e la figlia dei loro migliori amici, anche su questo punto suo figlio la stava deludendo 
Gijsbert senza farselo ripetere prese Chadye per mano e si allontanò da sua madre ignorando la sua espressione gongolante 








- Kyle... fratellone
Un voce dolce e melodica si levò nella stanza
- Hey principessa...
- Sei venuto
- Perchè avevi dei dubbi ??
Lo sguardo di rimprovero della sua piccola sorellina lo fece sorridere

- Si, la mamma è stata tutta la sera in apprensione, aveva detto al papà che non era certa che tu venissi
- Ed invece eccomi qua, se sono venuto è solo grazie a te, sei bellissima con questo vestito....
- Grazie... è quello che mi hai fatto di regalo per il mio compleanno
- Ti sta benissimo....modestamente ho buon gusto...
Gli fece l'occhiolino Kyle





- Domani allora vieni anche tu...!?!
- Vedrò di essere puntuale, te lo prometto principessa
- Me l'hai promesso...
- Si, te l'ho promesso, lo so...
Gli sorrise dolcemente Kyle
Adorava quella piccola peste, molto simile a sua madre, ma anche molto diversa...




- Torna pure a ballare, il tuo partner di ballo ti sta aspettando, ma digli di tenere le mani a posto
- Non fare lo sciocco Kyle
Le guance della piccola si colorarono di rosso
- Abbiamo solo undici anni
Rise divertita Alexia





- Grazie non ne potevo più, è solo cinque minuti che sono qui e già mi stava stressando, Dio come non la sopporto
- E' stato un piacere aiutarti



- Certe volte è così esasperante, 
- Beh per lo meno tua madre ti ha rivolto parola, la mia non mi ha degnata nemmeno di un sguardo...






Kyle con lo sguardo aveva cercato i suoi due amici ...
- Hey... " Ginger e Fred "che ne dite di toglierci dalle palle, io ne ho abbastanza
Chadye e Gijsbert annuirono concordi, poi insieme a lui, di soppiatto, si defilarono in camera della ragazza

Venti minuti dopo, primo piano, camera di Chadye




Chadye afferrò il pacchetto di sigarette che teneva in una intercapedine delle prese d'aria, guai se sua madre avesse scoperto che a lei piaceva fumare...l'avrebbe cacciata ci casa, prese una sigaretta, l'accese e aspirò una lunga boccata
- Cavolo ne avevo proprio bisogno, non so se la colpa sia mia, ma mi resta sempre più difficile sopportare queste feste del cavolo di mia madre... 
Tesoro stai dritta con le spalle... tesoro non ti sei sistemata le unghie... tesoro..il vestito hai una piega sbagli
ata...tesoro la postura " quando mi chiama tesoro mi sento male...
Specificò Chadye scimmiottando la madre
-Gijs sei in ritardo, sistemati il cravattino... hai i pantaloni sporchi ... "
La seguì Gijsbert più cupo del solito
- Cazzo sono asfissianti, insopportabile... e anche delle rotture di coglioni...mio padre non mi ha degnato di uno sguardo in tutta la serata, come se si vergognasse di  me... 
Rincarò Kyle
- E pensare che manca ancora la cena
- Vorrei potermene andare via... lontano da tutto questo...lontano da Sunset Valley


- Se va bene l'ingaggio la prossima settimana ce ne andremo
- Eh dai Gijs, tu continui a crederci ??? nessuno ci darà mai un ingaggio... arrenditi all'evidenzia
- Non mi posso arrendere, mi dispiace... voglio crederci, siamo bravi... perchè non potrebbe funzionare...
Kyle aspirò una boccata dallo spinello che Gijsbert gli aveva passato
- Dai Kyle ti prego è l'unico modo che ho per non finire incastrato negli affari di mio padre... ed è anche l'unico modo per andarmene da questa fottuta città ....
Kyle e Chadye si guardarono in silenzio ,Chadye annuì impercettibilmente
- Ok...come vuoi tu amico, proviamoci... ma non rimanerne deluso... 




Kyle si avvicinò alla finestra seguito da Chadye
- Ha iniziato  nevicare
- Puntuale come sempre
Fu la laconica risposta di Gijsbert che seduto sul letto di Chadye osservava fuori dalla finestra
- Ho sempre adorato la tua camera, hai una vista bellissima sulla montagna ... è così...rilassante
Rimarcò Kyle perso a guardare oltre il vetro
- Si...
Sorrise divertita la ragazza
- Soprattutto dopo aver fumato e bevuto, sembra ancora più bella 
Lo prese in giro Chadye





- Chadye ragazzi siete qui... ?!? manca poco alla cena, scendete
- Scendiamo subito mamma...